Back

La gestione finanziaria e gli equilibri di bilancio: criticità ricorrenti e responsabilità connesse

gestione finanziaria e equilibri di bilancio

CODICE MEPA AELU0724

Destinatari del corso

Dirigenti, funzionari, amministratori, consulenti di Amministrazioni pubbliche, regionali, locali, settoriali, enti, società pubbliche, università, imprese pubbliche e private, giuristi e liberi professionisti interessati alla materia.

Date (online)

05 LUGLIO 2024 ore 09.30 - 13.00

Docente del corso

  • Massimiliano Spagnuolo

    Magistrato

INFORMAZIONI

Dott. Massimiliano Spagnuolo

Magistrato della Corte dei Conti, docente a contratto presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, l’Università degli Studi dell’Aquila – Master in Diritto e Gestione delle amministrazioni locali e l’Università degli Studi di Genova – Facoltà di Economia, autore di pubblicazioni in tema di enti locali.

  • Quota partecipazione

    + IVA (se dovuta)

    €. 469,00

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Un ottimale utilizzo delle risorse disponibili è indispensabile per lo sviluppo economico e sociale del Paese e costituisce il presupposto per l’adempimento dei “doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale” sanciti dall’art. 2 Cost., e di conseguenza la sana gestione finanziaria e l’ottemperanza alle regole che ne disciplinano lo svolgimento assumono consistenza centrale in funzione del conseguimento degli obiettivi ordinamentali e dell’esigenza di “dare copertura a spese che sono essenziali non solo per il funzionamento dello Stato” e, più in generale, dell’intero apparato pubblico, “ma anche per il soddisfacimento concreto di interessi legittimi e diritti soggettivi [finanziariamente condizionati], che altrimenti rischierebbero di rimanere flatus vocis” (Corte cost. 20 luglio 2016, n. 184).
Dall’esame delle principali voci del bilancio dell’ente locale si passerà all’analisi delle relative criticità finanziarie, con particolare riguardo all’art. 194 TUEL, in un’ottica volta ad evidenziare che l’istituto dei debiti fuori bilancio non pone un problema di tipo esclusivamente contabile, bensì innanzitutto di corretta “governance” dell’ente, abbinato, ovviamente, ad un aspetto contabile che si ripercuote sugli equilibri del bilancio stesso con riferimento ai singoli esercizi. L’obiettivo è quello di fornire agli operatori strumenti concreti e possibili soluzioni, illustrando le varie procedure in modo sintetico, per poi evidenziare punti di forza e di debolezza dei vari istituti previsti dal TUEL.
Comprendere appieno le dinamiche alla base della tematica in questione e le tecniche elaborate dalla prassi e dalla giurisprudenza pretoria costituiscono presupposti essenziali per il corretto agire del pubblico funzionario, al fine di evitare conseguenti ipotesi di responsabilità.

PROGRAMMA DEL CORSO

LEZIONE DEL WEBINAR

VENERDÌ 05 LUGLIO 2024
ORE 09.30 – 13.00

Docente: Dott. Massimiliano Spagnuolo

LA GESTIONE FINANZIARIA E GLI EQUILIBRI DI BILANCIO

  • La gestione corrente, la gestione in conto capitale e la gestione delle partite finanziarie
  • Definizione e analisi di:
    a) risultato di competenza;
    b) equilibrio di bilancio;
    c) equilibrio complessivo
  • Il quadro generale riassuntivo
  • Il prospetto degli equilibri
  • Le novità in tema di equilibri di bilancio nella programmazione finanziaria
  • Il rispetto del vincolo di finanza pubblica dell’equilibrio di bilancio nel rendiconto

LE CRITICITÀ RICORRENTI

  • Le criticità finanziarie degli enti locali
  • La rilevazione degli squilibri nella gestione corrente e nei residui;
  • I debiti fuori bilancio
  • Cenni sugli indicatori di crisi aziendale dell’ente locale

PROFILI DI RESPONSABILITÀ CONNESSI ALLA NON CORRETTA

  • Quota partecipazione

    + IVA (se dovuta)

    €. 469,00
PAGAMENTI E FATTURAZIONE

Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni). Le fatture emesse in esenzione IVA verrà addebitato il costo del bollo virtuale pari a € 2,00.
Non è necessaria l’acquisizione del codice SMART/CIG trattandosi di partecipazione di un dipendente/consigliere ad un seminario o convegno (cfr. Linee Guida tracciabilità dei flussi ANAC). Il pagamento della quota dovrà essere effettuato entro 30 giorni dalla data delle fattura nel conto dedicato.
Le adesioni si intenderanno perfezionate con la completa compilazione della domanda di iscrizione al webinar (uno o più moduli), cui seguirà la trasmissione del link di collegamento all’evento ed l’emissione della fattura elettronica.
È necessario procedere alla compilazione della domanda di iscrizione per ogni partecipante (in caso di più iscritti appartenenti ad uno stesso ente o azienda occorre indicare una mail diversa per ogni partecipante).
Con l’iscrizione al corso potranno essere opzionate le adesioni ai vari moduli formativi. Il contratto si intenderà concluso, e quindi efficace e vincolante tra le parti, nel momento in cui il cliente avrà inoltrato telematicamente il modulo di iscrizione seguendo l’apposita procedura online.
La mancata partecipazione al webinar non sarà rimborsata ed agli iscritti assenti sarà garantita la trasmissione del link per accedere al video della formazione erogata e della relativa documentazione. Il corso sarà corredato da idoneo materiale illustrativo e didattico in formato digitale.
Sarà attivo un servizio di segreteria organizzativa dalle ore 9,00 alle 13,00 al numero 333 2430327

• Società abilitata al Mercato elettronico delle PA – Acquistinretepa
• Corso in fase di accreditamento al C.N.F.

Vuoi maggiori informazioni?

contattaci, e saremo lieti di aiutarti

Inizio corso

9:30

5 Luglio 2024

Fine Corso

13:00

5 Luglio 2024

< Indietro
Non ci sono prodotti nel carrello.
Totale prodotti: €0,00
Paga adesso
0
0 articoli nel carrello - €0,00
Paga adesso